Centro della Mozzarella

press-articolo-blog-the-big-food

Descrizione

Centro della Mozzarella

Fino all’altro ieri non pensavamo fosse possibile mangiare a Milano una mozzarella fresca – veramente fresca. Tantomeno credevamo esistesse in città – veramente in città – un caseificio artigianale con tutti i crismi. Fino all’ altro ieri appunto, quando abbiamo scoperto (nel nostro quartiere per di più) uno dei punti vendita del Centro della Mozzarella. I latticini qui in vendita sono confezionati tutti nel laboratorio produttivo di Via Benaco con latte proveniente da bufale e vacche di un allevamento di Peschiera Borromeo, distante solo 10 km.

L’artefice di questa geniale idea imprenditoriale è Enrico Carretta, un ragazzo lucano trapiantato a Milano per studiare alla Bocconi. In un articolo sul blog dell’ottimo Tommaso Farina racconta come tutto ebbe inizio nell’ormai lontano 1997: «avevo nostalgia di mozzarella, me la facevo mandare da mio padre e la gustavo coi miei amici nei collegi universitari. A un certo punto ho pensato: perché non produrla qui?».

Nel corso degli anni, i punti vendita sono diventati quattro e la gamma di delizie prodotte ‘in casa’ è aumentata a dismisura: alle mozzarelle (vaccine e di bufala) si sono aggiunte infatti la burrata (definita setosa e angelica dal già citato articolo di Farina), la stracciatella, diverse varietà di caciocavallo e di pecorino. Personalmente abbiamo provato gli squisiti tranci di fiordilatte, la ricotta (assolutamente freschissima, perfetta sia nella consistenza sia nel sapore – delicato ma non troppo) e una profumatissima scamorza, morbida, gustosissima ed irresistibile.

Non solo latticini. Nel negozio da noi visitato abbiamo potuto notare anche un vasto assortimento di specialità lucane (sottolii per esempio) e abbiamo acquistato un eccezionale pane, sul genere di quello di Altamura, cotto nel forno a legna. E che dire dei prezzi? La qualità si paga. In particolar modo A Milano, dove si pagano care anche le porcherie. Per carità, il nostro scontrino non era proprio eccesivo: certo è che (almeno noi) non possiamo spendere tutti i giorni 10 euro sonanti per due tranci di fiordilatte, una scamorza e un po’ di pane – la ricotta ci è stata gentilmente regalata per provarla.

In ogni caso torneremo (e molto presto) al Centro della Mozzarella. Anche perchè, la caratteristica imprescindibile che deve avere una buona bufala o una buona fiordilatte, è la freschezza: fa piacere che qui il concetto di km0 non sia un’ insignificante bandiera da sventolare in modo ideologico ma una realtà applicata solo e unicamente per la soddisfazione dei nostri palati.

I punti vendita a Milano:
Via Benaco 1 (anche laboratorio)
Via Lomellina 56
Via Teodosio 1
Via Lamarmora

Scritto da: The Big Food – (25 marzo 2010)
Fonte: “The Big Food” – LINK -

Press

Altri Articoli